Tetto del mondo

Fin dal primo, prezioso e quanto mai acerbo, scritto, quel quindicenne volse il suo sguardo verso il cielo alla ricerca dell’ispirazione. Questa è stata sempre una costante per ogni essere umano, fin dalla notte dei tempi, si potrebbe parlare addirittura di “principio antropologico innato”. Così, quella notte, il ragazzo scrutò il cielo, le stelle, la luna, le nuvole. Quell’immensità divenne il “tutto ciò che c’è”, divenne l’esistente, o più precisamente, lo specchio che riesce a riflettere tutto l’esistente. Mettersi con il naso all’insù era il punto di vista ideale per osservare il mondo, gli altri e persino se stesso.

Stellato


Brividi, raccoglimi di freddo,

umido mi ritrovo all’ombra

del sole disperso d’universo,

che a spasso ridacchia e son contento,

sento l’eco e piovono comete.

Tra luci e dolci tenebre

scendo dal cielo, stai a vedere.

Smonto il cuore, ne pulisco ogni pezzetto,

mirino, tamburo, calcio

e grilletto.

Rialzo il naso verso la miriade

e quel luccichio d’ottimismo mnemonico,

e perdo spine in una lacrima

come se fosse dolore, acre e acre dolore

che macchia e strappa le mani e svuota

tutto l’intestino che hai dentro,

facile e profumato dirsi solo merda,

quando mosca sei che mosca vuoi

e resti,

nascosto sotto tegole di rancore.

Vedervi è straziante almeno quanto

sapere del cuore è certo

non toccarvi,

che stelle o spine potreste essere

se non fossero traditrici le mie mani,

che immerse tornano vuote

che sole stringono il viso

che mio, soffro la vertigine:

come solo un piccolo lago di cielo

e l’unione dei suoi punti può,

una goccia il mare

o il mio bicchiere.

24/10/’05

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...