Io volevo Ringo Starr – Recensione

Era un po’ che avevo questo libro sulla scrivania di fianco al computer in attesa di essere recensito. Io volevo Ringo Starr è il primo romanzo di Daniele Pasquini, un giovanotto fiorentino di appena 22 anni, edito con la Intermezzi editore nella collana “MINIMALIAweb – Racconti fugaci ai tempi della rete”, 2009 (ISBN: 978-88-903576-7-1).

Io volevo Ringo Starr, Intermezzi Editore.

Un ragazzo alle prese con la fase di crescita tra l’adolescenza ed il periodo universitario. Quella sorta di limbo nel quale sembra (o sembrava nel mio caso) che si debba decidere del proprio futuro irrimediabilmente. Quel periodo in cui capisci che iniziano a passare i treni che non faranno più ritorno. Il momento anche in cui ci si confronta con i proprio sogni, si soppesano, si scartano le strade non percorribili come si anche ci si mette a masticare la terra nella direzione in cui si vuole andare. Vanni, il protagonista, dopo un serie di scelte universitarie poco fortunate ed un periodo di agitazione, trova nella musica e negli amici del gruppo quel minimo di stabilità che consente, non già di impostare la vita per il futuro, ma almeno di concedersi qualche attimo di sano sogno.

Il protagonista è abbastanza complesso. Ha una storia personale che da spessore al suo carattere e, oltre la passione per la musica rock, coltiva l’interesse per il filosofo Schopenhauer e per le date degli eventi storici. Nelle conversazioni con il suo amico di sempre, Gabo, mette a nudo i suoi pensieri, dimostra di sapersi mettere in discussione senza la saccenza protagonistica del narrante, ma con quella leggerezza sapiente propria “di chi non lo sa con certezza ma in fondo lo sente”.

Divertenti sono i richiami tra gli avvenimenti storici e quelli dei personaggi. Risulta molto curata la “casualità” con cui questi fluiscono nella trama. Anche i richiami al mondo della musica rock sono interessanti, anche se devo dire che non mi hanno soddisfatto le descrizioni dei concerti: poco sudore, poca vitalità, poco caos e, dunque, poco vero rock. Questa osservazione mi da il la per dire qual è a mio avviso il punto debole del libro: il diverso spessore che hanno le parti in cui traspare il carattere biografico rispetto a quelle di pura creazione letteraria. Sia chiaro, è una critica questa che però sento di poter perdonare all’autore.

Ringo Starr è comunque un libro ben scritto, con pretese definite, che lasciano trasparire la maturità di Pasquini. Dalla prima all’ultima pagina si ha la chiara sensazione di chi sia il pubblico a cui è destinato. Non solo un target giovanile, ma in particolar modo a tutti quei giovani che respirano ogni singolo giorno il peso e la leggerezza di un’esistenza vissuta nella consapevolezza dei proprio sogni e dei propri obiettivi.

Punti di forza: è un libro semplice e consapevole, scritto con il pigio di chi conosce i propri limiti ma anche le sue doti. La struttura riesce nell’intento di accattivare il lettore. Le pillole di filosofia, di storia e di musica rock arricchiscono notevolmente la trama, comunque divertente.

Punti deboli: come detto, un po’ di inesperienza nella dosatura degli ingredienti. Alcune descrizioni e momenti topici mi sarebbe piaciuto fossero più approfondite.

Consigli al lettore: lo consiglio a chi riesce ancora a nutrire e coltivare i proprio sogni, a tutti coloro che si sono confrontati a tutti i livelli col mondo musicale, con le frustrazioni e con le piccole soddisfazioni del suonare.

Futuribili: speriamo sia in produzione un nuovo libro!

Link utili:

Blog di Daniele Pasquini.

Intermezzi editore.

Annunci

3 risposte a “Io volevo Ringo Starr – Recensione

  1. Pingback: Intermezzi BLOG! » Blog Archive » “Io volevo Ringo Starr” su “Origami di un Chiappanuvoli”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...