Neve Tossica – 雪の毒性 (Ashes in the snow – Mono; Report “L’inganno”)

Neve Tossica 雪の毒性

 

Mono – Ashes in the Snow (Ceneri nella neve)

Solo neve sulle lacrime versate

nel mare nero che ha sovvertito

tutti gli animi puri che fino ad ora

ignoravano

il rischio del nocciolo che traballa,

scosso dalla violenta terra che

naturalmente riordina i suoi spazi.

 

Solo neve tossica a lenire

le future ferite del genoma.

 

Solo neve,

speranza alcuna.

 

E’ il Tempo

del passo indietro,

della prima vera

Rivoluzione Umana.

 

17/03/2011

Report puntata del 29 marzo 2009, “L’inganno”, sul tema dell’energia nucleare.

http://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-54475a0a-4100-4797-9df9-d01a36195f19.html

Chiappanuvoli

Alla Madre, Italia – Black Keyboard Xiu Xiu (musica)

Alla Madre, Italia

Black Keyboard – Xiu Xiu

Why would mother say such things?
Why add tongue to a kiss goodnight?
Force me to know The Want.
No one needs to know.

Be free.
Laugh at your son.
A child is nothing without hate.
Be certain he feels
his love is trash.

Be the premier to shriek out
“Hail Bigots!”,
“Hang him”,
“Hold me mommy,
Face down in your filth.”

Why would you tell me how many times
that my father made you cream?

Rest now.
Be free’
Be free, be free, be free, be free, be free

A child is no one without pain.
As you pray, head down,
That I find a censurous love.

“Push me mommy,”
Eyes ablaze into hell

Perché una madre dovrebbe dire certe cose?
Perché aggiungere la lingua a un bacio della buonanotte?
Mi costringono a conoscere Il Bisogno.
Nessuno dovrebbe sapere.

Sii libero.
Ridi a tuo figlio.
Un bambino non è nulla senza odio.
Siate certi lui sente che
il suo amore è spazzatura.

Sii il primo a gridar
“Salve bigotti!”
“Impiccatelo”,
“Stringimi mamma,
a faccia in giù nella tua sporcizia “.

Perché dovresti dirmi quante volte
mio padre ti ha fatto venire?

Riposa.
Sii libero
Sii libero, sii libero, sii libero, sii libero, sii libero.

Un bambino non è nessuno senza dolore.
Come tu preghi, a testa in giù,
io trovo un amore ipercritico.

“Spingimi mamma”,
gli occhi in fiamme all’inferno.

«17 Marzo 2011, Auguri Italia. Auguri troia»,

tuo figlio.

Chiappanuvoli