309 – “PostSismSix”

309

 

 

 

Che siano 309 lame acclarate,

aggiunte all’altre mai dichiarate,

schegge d’acciaio tra le buie lenzuola

a rigirarsi negli incubi della coscienza,

che d’improvviso ritorna dai verdi lidi

dei paradisi fiscali dove l’avete esiliata.

 

Con le prime luci dell’alba

vedrete il simbolo della vendetta

marchiato a fuoco sul vostro capezzale,

ne sentire l’odore ed il peso e non potrete

far altro che attorcigliarvi nei brividi dell’alcova.

Occhio per occhio, dente per dente,

cuore per cuore, il dolore di uno, mille, 309,

70.000 anime.

 

Dal canto nostro, noi mediteremo

dalla rugiada delle nostre tombe,

sulla giustizia dell’odio,

sul valore della rivoluzione,

sull’umanità della vendetta,

sul dovere di aprire finalmente

gli occhi su tutti voi.

 

Che siano di rancore gli alterchi

con la vostra progenie, e di sangue

le preghiere rivolte al vostro misero

dio di carta, che sia identico lo sguardo

di vostra moglie e delle vostre puttane.

Il vostro rantolo sia l’appalto romano,

la vostra merda sia la frana messinese

i vostri tumori siano la monnezza campana

le vostre crisi epilettiche siano il sisma aquilano

e così sia…

 

Il principio

vedrà 70.000 dilemmi

contrapposto

al vostro mare d’affanni.

Nessuna nobiltà, solo

“essere o non essere”.

11/02/2010-10/03/2011

Chiappanuvoli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...