CollAges – Cogl’anni N°6

Federalismo fiscale “pareggia” e quindi viene bocciato in Commissione Bicamerale: ahahhahaahahahahahahah!!! Continuano gli scontri per le strade egiziane, El Baradei respinge il dialogo con Mubarak: perché solo i dittatori dovrebbero avere “diritto” di farlo? Ocse-Pisa lancia l’allarme, in Italia è analfabeta un 15enne su 5: ottimo risultato se consideriamo i nostri ministri dell’Istruzione e della Cultura. Il ciclone Yasi si abbatte sul Queensland in Australia, nessuna vittima: prevenire è meglio che scavare. Il pentito Spatuzza dall’aula bunker di Firenze chiede scusa alla città per la strage del 1993: quando si pentono, si pentono sul serio (?). Sequestrato in casa Tanzi un quadro di De Chirico: adesso verrà fatto in mille pezzi ed ogni quadrettino sarà dato ad ogni risparmiatore Parmalat. La pellicola “Benvenuti al Sud” presentata al Parlamento Europeo di Bruxelles, a fare gli onori Mario Borghezio. Crescenzio Rivellini (Pdl), anche lui eurodeputato, dichiara: “Mario è una delle persone culturalmente più preparate che conosco. Siamo molto legati l’uno all’altro”. “Scimbisi!” Si dice all’Aquila. Ferrari in prova a Valencia: amMassa, fa le fiamme!

Cogl’anni, oggi, abbiamo scoperto che c’è ancora qualche speranza per non finire in malora, e c’è poi anche l’esempio che ci offrono le altre Nazioni.

Chiappanuvoli

CollAges – Cogl’anni N°5

Federalismo fiscale. Il nodo decisivo passa per Mario Baldassarri (Fli) che però tentanna, vuole capire cos’è e come si applicherà il federalismo e soprattutto cosa comporterà per la sua regione: alla Lega ha detto sfiga, ha beccato un marchigiano! Napolitano invita i mezzi di informazione ad essere più sobri e ricorda che il suo compito non è di interferire con la dialettica politica: grazie al cazzo che Berlusconi condivida! Ancora scontri in Egitto, a fronteggiarsi, tra cavalli e cammelli, la fazione contro Mubarak e quella a favore del Presidente, Al Jazeera parla di un almeno un morto e decine di feriti. Unica asserzione possibile: forza e coraggio al popolo che combatte per la libertà! La Consulta boccia il decreto legge per la costruzione di nuovi impianti nucleari, serve il parere delle Regioni. Invece di quello degli italiani (vedi referendum 1987) non se ne fregano comunque un cazzo! L’ex governatore della Sicilia Cuffaro, attualmente rinchiuso nel carcere di Rebibbia, si iscrive alla Facoltà di Giurisprudenza: ancora non riesce a spiegarsi come mai sia lì. Del Piero scrive all’assessore alla viabilità di Torino per chiedere 7 pass per la zona Ztl, dice che deve sfuggire all’assedio dei tifosi: Del Piero sa scrivere?!? Le nuove generazioni aquilane cercano spazi aggregativi in città: annunciato il ritorno del premier.

Cogl’anni, oggi, abbiamo imparato che la lotta non si può fare a metà, figuriamoci se si può fare come in Italia a chiacchiere. Onore alle vittime egiziane.

Chiappanuvoli

Coll’Ages – Cogl’anni N°4

Disoccupazione giovanile ai massimi storici, ben il 28,9%! Per fortuna che sono gnocca! (O no?%!/”). Conto segreto per le festa di Arcore, quell’altra si è fatta sentire dai PM e quell’altro continua a spararle grosse: parlare dei problemi di questo Paese una volta tanto? Animali e piante rare, scoperto un commercio illegale incredibile: “L’Italia  –  ricorda il dossier 2010 del CITES – rappresenta uno dei più grandi mercati di articoli e prodotti derivati da specie animali e vegetali, con un giro di affari, a livello internazionale, che tende a superare i 100 miliardi di euro l’anno” (fonte Repubblica.it). Condoniamo le tartarughe! Il bracconiere di lupi si fa una collana con i denti degli animali: adesso mettiamo i suoi dentro gli Uniposca. Barbareschi lascia il FLI e dichiara (lo so che è banale ma come non scriverlo): “C’eravamo tanto amati!”. Sesto San Giovanni, consiglio comunale di Sinistra, passa la mozione della Lega per vietare il burqa negli uffici pubblici: “il burqa e altre forme simili di vestiario, che coprono integralmente il viso delle persone (…) costituiscono, secondo la nostra cultura, una forma di integralismo oppressivo della figura femminile e di costrizione della libertà individuale” (fonte Corriere.it). Invece certe leggi non esprimono affatto un “integralismo oppressivo” nei confronti delle culture altrui. Complimenti!

Cogl’anni, oggi, abbiamo capito che l’Italia va a rotoli, nelle grandi manovre come nelle piccole realtà, ma possiamo dormire sogni tranquilli tra le mani dei nostri politici, sogni tranquilli ed irreversibili.

Chiappanuvoli

CollAges – Cogl’anni N°3

Egitto. Fantoccio di Mubarak impiccato in piazza Tahrir, eppure tutti erano sicuri, sicurissimi, fosse lui. Berlusconi, come Mubarak del resto, apre all’opposizione per portare a termine le riforme che servono al Paese. Bersani risponde: “prima dimettiti”. Un giusto inizio. La Guardia di Finanza scopre 8.850 evasori fiscali totali (+18% rispetto al 2009) con un’evasione per 20,263 miliardi (+47% rispetto al 2009). Ci sono, inoltre, anche 50 miliardi nascosti all’estero. Poi fanno i tagli alla cultura, poi rompono le palle con i soldi da destinare all’Aquila, poi si lagnano della crisi, poi uccidono Scuole e Università. Alcuni centri commerciali aquilani “cedono” all’ordinanza Fanfani, dovranno restare chiusi almeno un giorno la settimana: in subbuglio le malelingue cittadine, dovranno accontentarsi di lamentarsi solo su Facebook. Stop alle pubblicità e offerte e sondaggi dei gestori telefonici, da oggi in poi basterà inserirsi in un registro “blocca chiamate”: rischio di aver lo stesso operatore per più di due settimane. Appello della madre di Andrea Gagliardoni, ragazzo morto su lavoro per una macchina difettosa a soli 23 anni. Il ragazzo voleva imparare a suonare la tromba, dopo che già suonava la chitarra: risuonino tutti gli ottoni per ricordare Andrea, per ricordare che si deve trovare il tempo per i propri sogni, per ricordare, senza retorica, le vittime del lavoro.

Cogl’anni, oggi, abbiamo imparato che bisogna rispettare i propri sogni, anche che si tratti solo del sogno di vivere una vita normale.

Chiappanuvoli

CollAges – Cogl’anni N°2

Non posso non notare che il Fatto Quotidiano titola il suo giornale online “La mignottocrazia vista dall’interno” e non posso non commentare: magari! Berlusconi dice che non è mai fuggito dai giudici, infatti aveva sempre un legittimo impedimento. Gli egiziani continuano la loro legittima protesta per la libertà nel loro Paese, e non si può che tifare per loro e prenderli ad esempio. Credo che presto l’architettura italiana si voterà al piramideismo. Metalmeccanici ad Arcore: anche per loro qualche soddisfazione dopo tanto lavoro. Lo scorso anno 48 capoluoghi hanno superato il limite consentito di polveri sottili nell’aria, tra di esse non figura L’Aquila: dopo un paio d’ore dal sisma del 2009, infatti, non s’è mosso più neanche un granello di polvere! I Vescovi avvisano che la questione morale riguarda tutti! (O quasi) L’Inter finalmente mette la testa a posto e prende il “Pazzo”.

Cogl’anni, oggi, non lo so che abbiamo imparato, però cerchiamo di non farci l’abitudine.

Chiappanuvoli

CollAges – Cogl’anni N°1

CollAges – Cogl’anni N°1

Adesso spunta un’altra minorenne nel Rubygate, spuntano i rancori, spuntano tutti gli aspetti voyeuristici da telenovela sudamericana a cui siamo immuni biologicamente da 20 anni e di cui non, francamente, non ce ne frega un cazzo. Più interessante il fatto che spunti anche qualche chilo di cocaina, ma, voglio dire, queste povere donne dove dovevano trovare il coraggio?!? P(D)(L)2: non passa la sfiducia al Ministro della Cultura Sandro Bondi per insufficienza di deputati “anti-governativi”, che si tratti di uno strategico “Piano di Rinascita Culturale” del Paese? Chiuse le indagini della Procura di Perugia sugli appalti del G8 alla Maddalena, le accuse per Bertolaso & co. sono “corruzione, abuso d’ufficio, rivelazione di segreto d’ufficio e favoreggiamento”. Ricordate che un aquilano non dimentica mai! O erano gli elefanti? Beh, quando stiamo incazzati facciamo casino lo stesso! “La doppia morale della Boccassini” titola il Giornale online scandalizzato. Pare che nell’82, all’età di 33 anni, il magistrato sia stato accusato (e poi assolto) «per aver tenuto fuori dell’ufficio una condotta tale da renderla immeritevole della considerazione di cui il magistrato deve godere, così pure compromettendo il prestigio dell’ordine giudiziario». In pratica si è fatta una pomiciata fuori il palazzo di giustizia con un giornalista di estrema sinistra. Sono sconcertato, cazzo! Nell’82 la televisione privata ancora non aveva distrutto la morale civile! E poi Fini…Fini, cavolo! Se la casa è di tuo cognato, che è che “deve imparare a vivere ora”? Chi è che “deve crescere”? (frasi che il Presidente della Camera rivolse al sottoscritto mentre chiedeva un comportamento etico nella gestione delle cose dell’Aquila). Oggi è il “Giorno della Memoria”: mangiate tanto fosforo direbbe Woody Allen. (Con profondo rispetto parlando).

Cogl’anni, oggi, abbiamo capito che c’è sempre qualcos’altro di marcio.

Chiappanuvoli

CollAges – Cogl’anni (pseudo rubrica informativa, N° 0)

Proviamo a lanciare questa nuova rubrica. I CollAges – Cogl’anni.

29 test difendono Silvio Berlusconi dalle famose accuse mossegli dai magistrati milanesi. 29 buste in più che vanno in giro senza francobollo, 29 persone che rischiano il proprio futuro, tra quelle che se lo erano sudato e quelle il cui posto di lavoro consisteva nel ripulire il sudore altrui. Confindustria si sta incazzando perché il Governo non ha fatto nulla negli ultimi 6 mesi. Più che stare a guardare mentre venivano tolti parte dei diritti ai lavoratori di Pomigliano e Mirafiori che altro doveva non-fare? Si sta votando la fiducia al Ministro della Cultura Bondi per le macerie causate dai crolli di alcuni edifici a Pompei. Visto che ci stanno, non potrebbero almeno complimentarsi con il ministro Prestigiacomo per l’ottimo e risolutivo lavoro fatto con le macerie dell’Aquila?… Saviano passa alla Feltrinelli, pubblicherà i testi di “Vieni via con me”, a chi affiderà un libro vero invece? Trafugata la salma del compianto Mike Bongiorno, ideona per quando sarà diventato ricchissimo e non ci sarò più: il GPS. Rivoluzione in Egitto, dopo l’Algeria, la Tunisia e l’Albania. Attendiamo movimenti in Portogallo e poi toccherà mettersi la giacca e scendere in strada pure a noi; solo, però, dopo la fine della edizione del Grande Fratello in corso (ora che stanno per entrare nella casa altri 72 nuovi concorrenti…). Telefonata del Premier all'”Infedele” di Gad Lerner lunedì scorso: “Lei conduce un postribolo televisivo!”. (Postribolo= casa di prostitute) Adesso diventiamo pure gelosi dei salotti altrui? “La Minetti si è laureata con 110 e lode ed è madrelingua inglese” – ha detto Silvio imbufalito. Leggiamo l’intervista all’igienista dentale dal suo sito.

Che studi ha fatto? Maturità classica e poi laurea in igiene dentale al San Raffaele a Milano con 110 e lode.

Ne va fiera. Sì, molto. Le spiego subito perché. Prima mi sono definita semplice, ambiziosa, studiosa.  Sa che cosa significa?

Ecco lo dica. Partiamo dalla semplicità. Che cos’è per lei? È l’umiltà, è il saper essere sé stessi.

L’ambizione? Ambire significa girare intorno a qualcosa, quindi puntare a qualcosa. Bisogna puntare sempre in alto per migliorarsi e superare i propri limiti.

Non ha paura di cadere? No, paura no, mi definirei più cauta che paurosa. L’importante – come dicono i saggi – è rialzarsi sempre e comunque.”

Ecco, l’importante è rialzarsi sempre e comunque. Stanotte avrete gli incubi, soprattutto se siete anche voi laureati con 110 e lode.

Cogl’anni, oggi, abbiamo imparato qualcosa.

Chiappanuvoli