Prima presentazione di “Lacrime di poveri Christi”

Praticamente è quasi tutto pronto. Domani vado a CaseMatte a prendere le foto di Janos e ci siamo. “Volta la Carta” aspetta. Prima presentazione in fiera di un mio libro. Uff. Solo 6 mesi fa sarebbe stato un sogno. E invece io quel sogno me lo sono tolto dalla testa e l’ho stretto tra le mani. Ed ora. Ora eccoci. I musicisti sono caldi. Abbiamo provano i brani e le letture. 3 giorni di full immersion. Aggiuntisi a qualche settimana un po’ più rilassata.

I libri in mio possesso, ossia quelli venduti a parenti e amici e mal capitati, stanno quasi per finire. Magari durante la fiera finiscono tutte le copie stampate? Sarebbe un miracolo. Ma se penso ai 6 mesi di cui dicevo prima, forse, non è poi così impossibile.

Stiamo organizzando anche le presentazioni nel resto d’Italia. Per ora abbiamo Napoli, Caserta e Bologna. La gente è gentile e, a differenza di quanto si possa pensare, è anche interessata a leggere quello che ho visto a Terzigno. Non è vero che questo Paese è al capolinea. Ci sono solamente quelle salme che ci governano. L’aria è nuova. Il futuro arriverà quando vorremo.

Bene. Non resta che rinnovare l’invito a tutti voi. Ci vediamo giovedì 26 maggio alle 19.30 alla fiera dell’editoria “Volta la Carta”. Al vetoio, ex Cartiera. Ci sono i cartelli, non potete sbagliare. Ci sarà anche Emanuele Bonaccorsi a fare da moderatore.

Che altro dire? A presto.

Chiappanuvoli