La stagione dell’odio

1.

E’ il clima del massacro,
è la stagione dell’odio.

Il sacro s’è scagliato
in faccia al profano.

Un impeto acuto di follia
c’ha mostrato, ennesimo,
la Via contro la lobotomia.

Il sangue era lì a testimone
per ricondurre tra le mani
di una nuova Etica il timone.

Nessun sacrificio o errore,
gli occhi lindi della Storia
saranno ancora l’unico censore.

Consegnare al seme dovremmo
una terra migliore del grembo
d’ipocrita Madre che oggi siamo.

E’ il clima del massacro,
è la stagione dell’odio.

Io, il primo, a dover lavare
le mie stesse labbra
dal sangue dell’ignominia.

18/12/’09

A B. e T.