4 foto in croce – golgota

4 foto in croce di Lorenzo Nardis dalla prima presentazione di golgota.
Desidero ringraziare Enrico Macioci, che ha moderato l’incontro, per la disponibilità, per l’attenzione  e  le parole di stima rivolte al mio lavoro. Ringrazio la libreria Polarville, nelle persone di Giuliano e Luna. Gianna e Passeri per il catering. E ancora tutti voi per essere intervenuti. Non potevo aspettarmi di meglio.

DSC_5710

DSC_5711

DSC_5721

DSC_5708

Presentazione Lacrime alla Festa del PD Due Madonne di Savena

Wow. Macchina. Autista (che poi è mio padre) e chiacchiere a non finire. E strada, autostrada, pioggia incidenti Tir frenate e copertoni esplosi. Poi, una calma verde. Un parco cittadino. Tende e le bandiere del PD che sventolavano.

A Bologna martedì scorso per presentare “Lacrime” alla festa del PD del quartiere di Savena. Moderatore d’eccezione Maurizio Gaigher, un grande piccolo politico prestato per qualche ora alla letteratura. Mai ricevuto un “trattamento” migliore. Abbiamo dibattuto per un’ora del libro e, a tratti, pareva persino saperne più di me, tanto era preparato. Abbiamo ripercorso le tappe del libro, le due giornate, gli argomenti trattati, gli scontri e poi ci siamo lasciati andare a qualche breve commento sulla politica attuale nel nostro sgangherato Paese. Bologna-L’Aquila-Napoli a confronto.

Quando già mi ritenevo più che soddisfatto, è arrivato il momento della cena. Lasagne, rollè di carne con piselli e capperi, buon vino e la compagnia meravigliosa dei tanti volontari che, a fine serata, tiravano un po’ il fiato discutendo amabilmente a tavola. Un mondo da studiare, come sta facendo il mio amico Lorenzo Giannini. Dinamiche allucinanti se si pensa al menefreghismo in cui sopravviviamo tutti i giorni. Persone che dedicano anima e corpo alla realizzazione di una festa, di un momento di unione per il popolo del Partito Democratico e non solo.

Mi è dispiaciuto dover andar via a fine serata. Quel mondo che ho accarezzato per qualche attimo, credo possa definirsi quanto di buono ancora resta in Italia e lo dico da persona non politicamente schierata a Sinistra (e tantomeno a Destra…). Bene, se la scrittura è anche questo, allora, scrivere ancora di più è l’obiettivo.

Grazie. Grazie a tutti voi, bolognesi sognatori e realisti.

Chiappanuvoli

Prima presentazione di “Lacrime di poveri Christi”

Praticamente è quasi tutto pronto. Domani vado a CaseMatte a prendere le foto di Janos e ci siamo. “Volta la Carta” aspetta. Prima presentazione in fiera di un mio libro. Uff. Solo 6 mesi fa sarebbe stato un sogno. E invece io quel sogno me lo sono tolto dalla testa e l’ho stretto tra le mani. Ed ora. Ora eccoci. I musicisti sono caldi. Abbiamo provano i brani e le letture. 3 giorni di full immersion. Aggiuntisi a qualche settimana un po’ più rilassata.

I libri in mio possesso, ossia quelli venduti a parenti e amici e mal capitati, stanno quasi per finire. Magari durante la fiera finiscono tutte le copie stampate? Sarebbe un miracolo. Ma se penso ai 6 mesi di cui dicevo prima, forse, non è poi così impossibile.

Stiamo organizzando anche le presentazioni nel resto d’Italia. Per ora abbiamo Napoli, Caserta e Bologna. La gente è gentile e, a differenza di quanto si possa pensare, è anche interessata a leggere quello che ho visto a Terzigno. Non è vero che questo Paese è al capolinea. Ci sono solamente quelle salme che ci governano. L’aria è nuova. Il futuro arriverà quando vorremo.

Bene. Non resta che rinnovare l’invito a tutti voi. Ci vediamo giovedì 26 maggio alle 19.30 alla fiera dell’editoria “Volta la Carta”. Al vetoio, ex Cartiera. Ci sono i cartelli, non potete sbagliare. Ci sarà anche Emanuele Bonaccorsi a fare da moderatore.

Che altro dire? A presto.

Chiappanuvoli